Le decisioni nel credito alle Pmi: sono più corrette le informazioni quantitative o relazionali?