Negli ultimi 20 anni la malattia da HIV è an-data progressivamente trasformandosi da una patologia invariabilmente letale a una condizione cronica trattabi-le, grazie alla disponibilità di terapie antiretrovirali sempre più efficaci. Un uso diffuso di queste terapie ha inoltre la potenzialità di contribuire al controllo della diffusione del contagio. È significativamente diminuita nelle persone con HIV l’incidenza di manifestazioni opportunistiche favorite dalla immunodepressione, mentre sono divenute molto più comuni patologie cronico-degenerative, come patolo-gie cardio- e cerebrovascolari, metaboliche, ossee, renali ed epatiche, legate allo stato di infiammazione cronica e all’invecchiamento della popolazione di queste persone. Nel 2030, si prevede che oltre l’80% delle persone con HIV più anziani avrà almeno una patologia cronico-degenerati-va, rispetto al 19% delle persone HIV-negative, e oltre un quarto di essi avrà tre o più patologie. Tra le persone con HIV va incrementandosi la prevalenza di una condizione di fragilità. La scelta delle strategie terapeutiche per la malat-tia da HIV quindi deve oggi essere basata non più soltanto sulla capacità dei farmaci di indurre una completa soppres-sione della replicazione virale nel breve/medio termine. Le scelte terapeutiche devono favorire l’aderenza e l’assenza di tossicità sul lungo termine, avere la capacità di ripristina-re l’omeostasi immunitaria e ridurre quindi l’infiammazione cronica e il rischio di patologie correlate, avere un impatto positivo nel tempo sulle condizioni complessive di vita del-la persona con HIV, misurato anche con indicatori quali i patient related oucomes.

Curare la malattia da HIV: ritorno al paziente? / Girardi, Enrico; D’ARMINIO MONFORTE, Antonella; Camoni, Laura; Pezzotti, Patrizio; Guaraldi, Giovanni; Ammassari, Adriana; Antinori, Andrea; Bonora, Stefano; Mussini, Cristina; Cingolani, Antonella; Corbelli, GIULIO MARIA; Adami, Silvia; DEGLI ESPOSTI, Luca; Andretta, Margherita. - In: RECENTI PROGRESSI IN MEDICINA. - ISSN 2038-1840. - 107:(2016), pp. 1-26.

Curare la malattia da HIV: ritorno al paziente?

GUARALDI, Giovanni;MUSSINI, Cristina;
2016-01-01

Abstract

Negli ultimi 20 anni la malattia da HIV è an-data progressivamente trasformandosi da una patologia invariabilmente letale a una condizione cronica trattabi-le, grazie alla disponibilità di terapie antiretrovirali sempre più efficaci. Un uso diffuso di queste terapie ha inoltre la potenzialità di contribuire al controllo della diffusione del contagio. È significativamente diminuita nelle persone con HIV l’incidenza di manifestazioni opportunistiche favorite dalla immunodepressione, mentre sono divenute molto più comuni patologie cronico-degenerative, come patolo-gie cardio- e cerebrovascolari, metaboliche, ossee, renali ed epatiche, legate allo stato di infiammazione cronica e all’invecchiamento della popolazione di queste persone. Nel 2030, si prevede che oltre l’80% delle persone con HIV più anziani avrà almeno una patologia cronico-degenerati-va, rispetto al 19% delle persone HIV-negative, e oltre un quarto di essi avrà tre o più patologie. Tra le persone con HIV va incrementandosi la prevalenza di una condizione di fragilità. La scelta delle strategie terapeutiche per la malat-tia da HIV quindi deve oggi essere basata non più soltanto sulla capacità dei farmaci di indurre una completa soppres-sione della replicazione virale nel breve/medio termine. Le scelte terapeutiche devono favorire l’aderenza e l’assenza di tossicità sul lungo termine, avere la capacità di ripristina-re l’omeostasi immunitaria e ridurre quindi l’infiammazione cronica e il rischio di patologie correlate, avere un impatto positivo nel tempo sulle condizioni complessive di vita del-la persona con HIV, misurato anche con indicatori quali i patient related oucomes.
107
1
26
Curare la malattia da HIV: ritorno al paziente? / Girardi, Enrico; D’ARMINIO MONFORTE, Antonella; Camoni, Laura; Pezzotti, Patrizio; Guaraldi, Giovanni; Ammassari, Adriana; Antinori, Andrea; Bonora, Stefano; Mussini, Cristina; Cingolani, Antonella; Corbelli, GIULIO MARIA; Adami, Silvia; DEGLI ESPOSTI, Luca; Andretta, Margherita. - In: RECENTI PROGRESSI IN MEDICINA. - ISSN 2038-1840. - 107:(2016), pp. 1-26.
Girardi, Enrico; D’ARMINIO MONFORTE, Antonella; Camoni, Laura; Pezzotti, Patrizio; Guaraldi, Giovanni; Ammassari, Adriana; Antinori, Andrea; Bonora, Stefano; Mussini, Cristina; Cingolani, Antonella; Corbelli, GIULIO MARIA; Adami, Silvia; DEGLI ESPOSTI, Luca; Andretta, Margherita
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/1109955
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact