Il saggio si propone di compiere una ricognizione della didattica e del personale docente della facoltà giuridica dell'Università di Modena negli anni delle riforme settecentesche. Sulla base delle suggestioni di L.A. Muratori e sull'esempio delle riforme compiute da sovrani italiani ed europei, anche il duca estense Francesco III diede vita ad una ristrutturazione degli studi universitari (1772), che ebbe uno specifico impatto sull'organizzazione degli studi e sulle modalità di assegnazione dei titoli di laurea. In particolare, la "nazionalizzazione" dell'Università comportò un controllo sui programmi di studio e sul personale docente. Su questo versante, oltre la figura di spicco di Bartolomeo Valdrighi, autore del Codice del 1771 e della medesima riforma universitaria del 1772, i docenti attivi negli ultimi decenni del sec. XVIII si caratterizzano per il forte legame con l'esercizio della professione forense da un lato e per un frequente accesso negli apparati giudiziari e amministrativi di Stato dall'altro.

La "classe legale" dell'Università di Modena negli anni del riformismo settecentesco / Tavilla, Carmelo Elio. - STAMPA. - (2015), pp. 335-345.

La "classe legale" dell'Università di Modena negli anni del riformismo settecentesco

TAVILLA, Carmelo Elio
2015

Abstract

Il saggio si propone di compiere una ricognizione della didattica e del personale docente della facoltà giuridica dell'Università di Modena negli anni delle riforme settecentesche. Sulla base delle suggestioni di L.A. Muratori e sull'esempio delle riforme compiute da sovrani italiani ed europei, anche il duca estense Francesco III diede vita ad una ristrutturazione degli studi universitari (1772), che ebbe uno specifico impatto sull'organizzazione degli studi e sulle modalità di assegnazione dei titoli di laurea. In particolare, la "nazionalizzazione" dell'Università comportò un controllo sui programmi di studio e sul personale docente. Su questo versante, oltre la figura di spicco di Bartolomeo Valdrighi, autore del Codice del 1771 e della medesima riforma universitaria del 1772, i docenti attivi negli ultimi decenni del sec. XVIII si caratterizzano per il forte legame con l'esercizio della professione forense da un lato e per un frequente accesso negli apparati giudiziari e amministrativi di Stato dall'altro.
Università e formazione dei ceti dirigenti. Per Gian Paolo Brizzi, Pellegrino Dei Saperi
Angelozzi G.; Guerrini M. T.; Olmi G
9788869230882
Bononia University Press
ITA
La "classe legale" dell'Università di Modena negli anni del riformismo settecentesco / Tavilla, Carmelo Elio. - STAMPA. - (2015), pp. 335-345.
Tavilla, Carmelo Elio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TAVILLA Classe legale nel 700.pdf

accesso aperto

Descrizione: classe legale 700
Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 594.81 kB
Formato Adobe PDF
594.81 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1083804
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact