"Collateral" o le mappe urbane del delitto