«Potentia» come «potestas». Un’interpretazione della politica moderna tra Thomas Hobbes e Carl Schmitt