Introduzione Negli ultimi anni vari studi cross-culturali si sono focalizzati sulla religione. La religione si presta infatti ad essere definita in modo più preciso ed esplicito rispetto al più generico concetto di cultura. Mentre alcuni lavori hanno indagato la contrapposizione generica tra credenti e non-credenti, altri hanno evidenziato che le differenze fra credi religiosi hanno effetti significativi sul comportamento. L’obiettivo del lavoro è testare se la pratica religiosa, caratterizzata dal vantaggio adattivo di limitare l'incertezza del futuro, e in particolare quella cattolica, associata alla possibilità di rimediare all’errore con il pentimento, riduca la risposta elettrofisiologica all’errore. Metodo Si sono testati 22 partecipanti, 11 laici(L) e 11 cattolici praticanti(C), utilizzando un classico compito Stroop. L’esperimenti si componeva di 10 blocchi: gli ultimi 5 erano preceduti da una frase-Prime, relata all’atteggiamento laico(L) o al credo religioso, evocando la colpa(C). Sono stati registrati gli Errori(E), i Tempi di Risposta(TR) e i Potenziali evento-correlati(ERP), nello specifico la componente ERN(negatività correlata all'errore). Un'ERN più ampia sembra indicare una reazione più ansiosa all’errore. Risultati Dall’analisi degli E e dei TR non emergono differenze tra i due gruppi. Dall’analisi dei TR emerge un vantaggio degli stimoli congruenti su quelli incongruenti. L’analisi degli ERP, per le risposte sbagliate, evidenzia che l’ERN è maggiore per i laici che per i cattolici. Introducendo il Prime, le differenze tra i due gruppi si annullano. Conclusioni I dati suggeriscono che la pratica della religione cattolica, benché non moduli i tempi di reazione, ha un effetto significativo rilevabile dall’analisi dell’attività neuronale: la componente ERN, tipicamente associata ad una risposta difensiva all’errore, è più ampia per i laici che per i cattolici. Gli sviluppi del progetto prevedono studi interreligiosi che tengano conto dei diversi gradi di tolleranza alla violazione delle norme.

Effetti della religione sulla risposta neurofisiologica all’errore / Scorolli, C.; Pesciarelli, Francesca; Borghi, A.; Colzato, L.; Hommel, B.; Cacciari, Cristina. - (2014), pp. 95-95.

Effetti della religione sulla risposta neurofisiologica all’errore

PESCIARELLI, Francesca;CACCIARI, Cristina
2014

Abstract

Introduzione Negli ultimi anni vari studi cross-culturali si sono focalizzati sulla religione. La religione si presta infatti ad essere definita in modo più preciso ed esplicito rispetto al più generico concetto di cultura. Mentre alcuni lavori hanno indagato la contrapposizione generica tra credenti e non-credenti, altri hanno evidenziato che le differenze fra credi religiosi hanno effetti significativi sul comportamento. L’obiettivo del lavoro è testare se la pratica religiosa, caratterizzata dal vantaggio adattivo di limitare l'incertezza del futuro, e in particolare quella cattolica, associata alla possibilità di rimediare all’errore con il pentimento, riduca la risposta elettrofisiologica all’errore. Metodo Si sono testati 22 partecipanti, 11 laici(L) e 11 cattolici praticanti(C), utilizzando un classico compito Stroop. L’esperimenti si componeva di 10 blocchi: gli ultimi 5 erano preceduti da una frase-Prime, relata all’atteggiamento laico(L) o al credo religioso, evocando la colpa(C). Sono stati registrati gli Errori(E), i Tempi di Risposta(TR) e i Potenziali evento-correlati(ERP), nello specifico la componente ERN(negatività correlata all'errore). Un'ERN più ampia sembra indicare una reazione più ansiosa all’errore. Risultati Dall’analisi degli E e dei TR non emergono differenze tra i due gruppi. Dall’analisi dei TR emerge un vantaggio degli stimoli congruenti su quelli incongruenti. L’analisi degli ERP, per le risposte sbagliate, evidenzia che l’ERN è maggiore per i laici che per i cattolici. Introducendo il Prime, le differenze tra i due gruppi si annullano. Conclusioni I dati suggeriscono che la pratica della religione cattolica, benché non moduli i tempi di reazione, ha un effetto significativo rilevabile dall’analisi dell’attività neuronale: la componente ERN, tipicamente associata ad una risposta difensiva all’errore, è più ampia per i laici che per i cattolici. Gli sviluppi del progetto prevedono studi interreligiosi che tengano conto dei diversi gradi di tolleranza alla violazione delle norme.
Scorolli, C.; Pesciarelli, Francesca; Borghi, A.; Colzato, L.; Hommel, B.; Cacciari, Cristina
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/1061612
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact