La capillaroscopia rappresenta una metodica d’indagine “non invasiva” di indiscusso valore nel riconoscimento delle anomalie morfologiche e funzionali del microcircolo. Il suo impiego risale agli inizi del XX secolo, ma è solo negli anni ’70 che raggiunge una collocazione precisa in ambito reumatologico con gli studi di Hildegard Maricq. Da allora, le applicazioni della capillaroscopia si sono progressivamente estese, fino a costituire un esame irrinunciabile nei pazienti con fenomeno di Raynaud e a rivestire un ruolo di primissimo piano nell’approccio diagnostico e prognostico della sclerosi sistemica. In Italia, la capillaroscopia rientra tra le metodiche che sono oggetto di apprendimento obbligatorio per tutti gli iscritti alla Scuola di Specializzazione in Reumatologia ed il training capillaroscopico è costantemente promosso nell’ambito dei progetti di formazione supportati dall’ European League Against Rheumatism (EULAR). Le future applicazioni della capillaroscopia nel campo della ricerca clinica sembrano essere promettenti. Sarà possibile monitorare l’effetto di specifiche terapie vasoattive o immunosoppressive a livello dei capillari periungueali nel contesto di appositi trial, con l’intento di sviluppare nuovi trattamenti “mirati” alla prevenzione del danno capillare.

La capillaroscopia in reumatologia. Lesioni elementari e metodi di scoring / R., De Angelis; Ferri, Clodoveo; Sebastiani, Marco; Manfredi, Andreina Teresa; W., Grassi. - STAMPA. - (2012), pp. 1-94.

La capillaroscopia in reumatologia. Lesioni elementari e metodi di scoring

FERRI, Clodoveo;SEBASTIANI, Marco;MANFREDI, Andreina Teresa;
2012-01-01

Abstract

La capillaroscopia rappresenta una metodica d’indagine “non invasiva” di indiscusso valore nel riconoscimento delle anomalie morfologiche e funzionali del microcircolo. Il suo impiego risale agli inizi del XX secolo, ma è solo negli anni ’70 che raggiunge una collocazione precisa in ambito reumatologico con gli studi di Hildegard Maricq. Da allora, le applicazioni della capillaroscopia si sono progressivamente estese, fino a costituire un esame irrinunciabile nei pazienti con fenomeno di Raynaud e a rivestire un ruolo di primissimo piano nell’approccio diagnostico e prognostico della sclerosi sistemica. In Italia, la capillaroscopia rientra tra le metodiche che sono oggetto di apprendimento obbligatorio per tutti gli iscritti alla Scuola di Specializzazione in Reumatologia ed il training capillaroscopico è costantemente promosso nell’ambito dei progetti di formazione supportati dall’ European League Against Rheumatism (EULAR). Le future applicazioni della capillaroscopia nel campo della ricerca clinica sembrano essere promettenti. Sarà possibile monitorare l’effetto di specifiche terapie vasoattive o immunosoppressive a livello dei capillari periungueali nel contesto di appositi trial, con l’intento di sviluppare nuovi trattamenti “mirati” alla prevenzione del danno capillare.
9788862613194
Mattioli 1885 Editore
ITALIA
La capillaroscopia in reumatologia. Lesioni elementari e metodi di scoring / R., De Angelis; Ferri, Clodoveo; Sebastiani, Marco; Manfredi, Andreina Teresa; W., Grassi. - STAMPA. - (2012), pp. 1-94.
R., De Angelis; Ferri, Clodoveo; Sebastiani, Marco; Manfredi, Andreina Teresa; W., Grassi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vol. capillaroscopia.pdf

Accesso riservato

Tipologia: Versione originale dell'autore proposta per la pubblicazione
Dimensione 2.41 MB
Formato Adobe PDF
2.41 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/864323
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact