Ombre e figure. Longhi, Arcangeli e la critica d'arte