Alterazione delle difese monocito-mediate nei confronti di Cryptococcus neoformans in presenza dell’Herpesvirus umano 6Introduzione: I casi clinici di infezioni miste sono in aumento, specialmente in ospiti immunocompromessi, ma gli eventi biomolecolari che caratterizzano la patogenesi delle malattie polimicrobiche sono ancora scarsamente conosciuti. In un modello in vitro di infezione mista da Cryptococcus neoformans ed herpesvirus umano 6 (HHV-6), entrambi altamente neurotropi e causa di gravi patologie a livello del sistema nervoso centrale nel paziente immunocompromesso, abbiamo valutato le alterazioni funzionali del macrofago esposto alla doppia infezione.Materiali e Metodi: Cellule monocitiche THP-1 sono state esposte ad HHV-6 variante A (U1102), attraverso la co-coltura con cellule linfocitarie (linea JJHAN) infettate produttivamente (THP-1/JJHANHHV-6) o con cellule di controllo (THP-1/JJHANMOCK) per tempi diversi; successivamente, le co-colture sono state esposte a C. neoformans (isolato clinico ottenuto dal liquor di un paziente con meningite) e quindi saggiate per risposta secretoria (test ELISA) ed attività antimicrobica mediante valutazione della fagocitosi (allestimento di citopreparati opportunamente colorati) e dell’attività anticriptococcica (test di inibizione delle unità formanti colonia). Risultati: Rispetto ai controlli THP-1/JJHANMOCK, le co-colture THP-1/JJHANHHV-6 mostrano a) significativa produzione di IL-12 e IFN- che aumentano ulteriormente dopo infezione con C. neoformans; b) aumentata fagocitosi nei riguardi C. neoformans; c) scarsa ed invariata attività di killing a tempi brevi e d) ridotta capacità di contenere la crescita fungina a tempi successivi.Conclusioni: La presenza di HHV-6 altera la funzionalità macrofagica a vantaggio di C. neoformans facilitandone la localizzazione intracellulare e promuovendone la replicazione.(Fondi PRIN-2003).

Alterazione delle difese monocito-mediate nei confronti di Cryptococcus neoformans in presenza dell’Herpesvirus umano 6 / Cenacchi, Valeria; Cermelli, Claudio; A. M., Argentieri; Beretti, Francesca; Peppoloni, Samuele; Neglia, Rachele Giovanna; Blasi, Elisabetta. - STAMPA. - IX - N. 1 supplemento:(2005), pp. 21-21. ((Intervento presentato al convegno 13° Congresso Nazionale della Società Italiana di Microbiologia Medica Odontoiatrica e Clinica tenutosi a Modena nel 13-14 Giugno 2005.

Alterazione delle difese monocito-mediate nei confronti di Cryptococcus neoformans in presenza dell’Herpesvirus umano 6

CENACCHI, Valeria;CERMELLI, Claudio;BERETTI, Francesca;PEPPOLONI, Samuele;NEGLIA, Rachele Giovanna;BLASI, Elisabetta
2005

Abstract

Alterazione delle difese monocito-mediate nei confronti di Cryptococcus neoformans in presenza dell’Herpesvirus umano 6Introduzione: I casi clinici di infezioni miste sono in aumento, specialmente in ospiti immunocompromessi, ma gli eventi biomolecolari che caratterizzano la patogenesi delle malattie polimicrobiche sono ancora scarsamente conosciuti. In un modello in vitro di infezione mista da Cryptococcus neoformans ed herpesvirus umano 6 (HHV-6), entrambi altamente neurotropi e causa di gravi patologie a livello del sistema nervoso centrale nel paziente immunocompromesso, abbiamo valutato le alterazioni funzionali del macrofago esposto alla doppia infezione.Materiali e Metodi: Cellule monocitiche THP-1 sono state esposte ad HHV-6 variante A (U1102), attraverso la co-coltura con cellule linfocitarie (linea JJHAN) infettate produttivamente (THP-1/JJHANHHV-6) o con cellule di controllo (THP-1/JJHANMOCK) per tempi diversi; successivamente, le co-colture sono state esposte a C. neoformans (isolato clinico ottenuto dal liquor di un paziente con meningite) e quindi saggiate per risposta secretoria (test ELISA) ed attività antimicrobica mediante valutazione della fagocitosi (allestimento di citopreparati opportunamente colorati) e dell’attività anticriptococcica (test di inibizione delle unità formanti colonia). Risultati: Rispetto ai controlli THP-1/JJHANMOCK, le co-colture THP-1/JJHANHHV-6 mostrano a) significativa produzione di IL-12 e IFN- che aumentano ulteriormente dopo infezione con C. neoformans; b) aumentata fagocitosi nei riguardi C. neoformans; c) scarsa ed invariata attività di killing a tempi brevi e d) ridotta capacità di contenere la crescita fungina a tempi successivi.Conclusioni: La presenza di HHV-6 altera la funzionalità macrofagica a vantaggio di C. neoformans facilitandone la localizzazione intracellulare e promuovendone la replicazione.(Fondi PRIN-2003).
13° Congresso Nazionale della Società Italiana di Microbiologia Medica Odontoiatrica e Clinica
Modena
13-14 Giugno 2005
Cenacchi, Valeria; Cermelli, Claudio; A. M., Argentieri; Beretti, Francesca; Peppoloni, Samuele; Neglia, Rachele Giovanna; Blasi, Elisabetta
Alterazione delle difese monocito-mediate nei confronti di Cryptococcus neoformans in presenza dell’Herpesvirus umano 6 / Cenacchi, Valeria; Cermelli, Claudio; A. M., Argentieri; Beretti, Francesca; Peppoloni, Samuele; Neglia, Rachele Giovanna; Blasi, Elisabetta. - STAMPA. - IX - N. 1 supplemento:(2005), pp. 21-21. ((Intervento presentato al convegno 13° Congresso Nazionale della Società Italiana di Microbiologia Medica Odontoiatrica e Clinica tenutosi a Modena nel 13-14 Giugno 2005.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/645533
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact