Le sostanze naturali sono un’inesauribile fonte di molecole bioattive che possono trovare impiego in agricoltura nella lotta contro gli insetti dannosi. Un campo relativamente poco esplorato, sebbene vi siano importanti esempi di sviluppi biotecnologici e applicativi, è quello dei metaboliti microbici. Saggi comportamentali ed elettrofisiologici condotti nell’ambito di precedenti studi, hanno evidenziato che colture di funghi appartenenti al genere Trichoderma hanno un’azione fagodeterrente nei riguardi di alcune specie di afidi, tra cui Schizaphis graminum (Rondani) (Hemiptera, Aphididae), uno dei più importanti fitomizi dannosi alle colture cerealicole. E’ stato pertanto intrapreso un lavoro di frazionamento di estratti organici ottenuti da colture su riso di due isolati appartenenti alle specie Trichoderma citrinoviride Bisset e Trichoderma harzianum Rifai al fine di purificare i metaboliti responsabili dell’attività fagodeterrente. Le varie fasi di purificazione sono state seguite da prove comportamentali, effettuate utilizzando esemplari alati della specie S. graminum, che hanno permesso di valutare l’attività biologica delle frazioni, individuando quelle attive da sottoporre ad ulteriore purificazione. Attualmente sono stati isolati dalle colture di T. citrinoviride cinque metaboliti mostranti una significativa azione fagodeterrente nei confronti degli afidi. Le strutture di tre metaboliti sono state parzialmente caratterizzate utilizzando metodi spettroscopici (NMR e MS) e chimici. Tali metaboliti, tutti liposolubili ed a basso peso molecolare, sono risultati appartenere a tre differenti gruppi di sostanze naturali e due di essi sembrano essere nuovi composti naturali. Saggi elettrofisiologici condotti su S. graminum hanno permesso di rilevare che gli estratti sono percepiti da recettori per gli stimoli da contatto, in particolare gustativi, localizzati sui tarsi; al momento si sta procedendo con la valutazione delle risposte degli afidi ai metaboliti fin qui purificati.

Isolamento e caratterizzazione chimica di metaboliti prodotti da Trichoderma spp. e studio della loro attività fagodeterrente nei confronti degli afidi / Ganassi, Sonia; A., Andolfi; C., Altomare; A., De Cristofaro; A., Evidente; Sabatini, Maria Agnese. - STAMPA. - Non disponibile:(2007), pp. 364-364. ((Intervento presentato al convegno XXI Congresso Nazionale Italiano di Entomologia tenutosi a Campobasso nel 11-16 giugno 2007.

Isolamento e caratterizzazione chimica di metaboliti prodotti da Trichoderma spp. e studio della loro attività fagodeterrente nei confronti degli afidi.

GANASSI, Sonia;SABATINI, Maria Agnese
2007

Abstract

Le sostanze naturali sono un’inesauribile fonte di molecole bioattive che possono trovare impiego in agricoltura nella lotta contro gli insetti dannosi. Un campo relativamente poco esplorato, sebbene vi siano importanti esempi di sviluppi biotecnologici e applicativi, è quello dei metaboliti microbici. Saggi comportamentali ed elettrofisiologici condotti nell’ambito di precedenti studi, hanno evidenziato che colture di funghi appartenenti al genere Trichoderma hanno un’azione fagodeterrente nei riguardi di alcune specie di afidi, tra cui Schizaphis graminum (Rondani) (Hemiptera, Aphididae), uno dei più importanti fitomizi dannosi alle colture cerealicole. E’ stato pertanto intrapreso un lavoro di frazionamento di estratti organici ottenuti da colture su riso di due isolati appartenenti alle specie Trichoderma citrinoviride Bisset e Trichoderma harzianum Rifai al fine di purificare i metaboliti responsabili dell’attività fagodeterrente. Le varie fasi di purificazione sono state seguite da prove comportamentali, effettuate utilizzando esemplari alati della specie S. graminum, che hanno permesso di valutare l’attività biologica delle frazioni, individuando quelle attive da sottoporre ad ulteriore purificazione. Attualmente sono stati isolati dalle colture di T. citrinoviride cinque metaboliti mostranti una significativa azione fagodeterrente nei confronti degli afidi. Le strutture di tre metaboliti sono state parzialmente caratterizzate utilizzando metodi spettroscopici (NMR e MS) e chimici. Tali metaboliti, tutti liposolubili ed a basso peso molecolare, sono risultati appartenere a tre differenti gruppi di sostanze naturali e due di essi sembrano essere nuovi composti naturali. Saggi elettrofisiologici condotti su S. graminum hanno permesso di rilevare che gli estratti sono percepiti da recettori per gli stimoli da contatto, in particolare gustativi, localizzati sui tarsi; al momento si sta procedendo con la valutazione delle risposte degli afidi ai metaboliti fin qui purificati.
XXI Congresso Nazionale Italiano di Entomologia
Campobasso
11-16 giugno 2007
Ganassi, Sonia; A., Andolfi; C., Altomare; A., De Cristofaro; A., Evidente; Sabatini, Maria Agnese
Isolamento e caratterizzazione chimica di metaboliti prodotti da Trichoderma spp. e studio della loro attività fagodeterrente nei confronti degli afidi / Ganassi, Sonia; A., Andolfi; C., Altomare; A., De Cristofaro; A., Evidente; Sabatini, Maria Agnese. - STAMPA. - Non disponibile:(2007), pp. 364-364. ((Intervento presentato al convegno XXI Congresso Nazionale Italiano di Entomologia tenutosi a Campobasso nel 11-16 giugno 2007.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/614775
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact