Nell’ambito del progetto “Polline all’Orto Botanico” e del corrente programma di valorizzazione dell’Orto Botanico di Modena che prevede approfondimenti di carattere morfobiometrico sulle piante legnose, è iniziata la redazione della Flora Palinologica dell’Orto con strutturazione della Palinoteca relativa. Lo scopo è di ricercare eventuali particolarità morfopolliniche correlabili con parametri biologici/ambientali interessanti in termini ecologici (ad es. stato di salute, ambiente “Orto”, posizione dell’individuo, acclimatazione). Le piante legnose presenti in Orto, outdoors (censimento 2000), sono 702 appartenenti a 235 specie, 147 generi, 68 famiglie. Le Gimnosperme sono rappresentate da 95 individui (= 13.5%) e le Angiosperme da 607 (= 86.5%). Nella Palinoteca, la “sezione Orto” include (censimento 2007) 142 specie legnose che rappresentano il 60% degli Alberi/arbusti dell’Orto. L’acetolisi, i vetrini fissi con polline acetolizzato e i tubetti con polline in acqua + glicerina 50/50, materiale per le misure su polline mobile, sono disponibili per circa un terzo delle specie. I vetrini con polline “fresco”, cioè non trattato, sono disponibili per poche specie. Le specie legnose da cui è stato raccolto il polline sono state identificate e descritte con una scheda di screening preliminare e una scheda di approfondimento, che comprende indicazioni sulla valutazione delle condizioni sanitarie e di stabilità (a cura di E. Antonini). La Flora palinologica è iniziata secondo un ordine morfopalinologico, partendo da polline inaperturato (Juniperus type e Taxodiaceae). Da un primo studio, è emersa la necessità di procedere con criteri molto dettagliati. Ciò richiede tempi lunghi, ma è affrontabile all’Orto di Modena in cui la Flora legnosa, pur ragguardevole, è contenuta. In questa sede vengono presentati i dati inerenti 4 specie (Cupressus sempervirens L.; Juniperus x media “Pfitzeriana”, Taxus baccata L., Taxodium distichum (L.) Richard. Il polline è stato studiato utilizzando i metodi della Flora Palinologica Italiana, su polline acetolizzato e “fresco, per quanto riguarda le misure e la descrizione dei parametri di base. Per la ricerca delle particolarità o anomalie (ad esempio: papilla, poro, unità polliniche diverse dalla monade) è stato osservato un numero di granuli decisamente più alto, dell’ordine di molte migliaia di granuli, similmente a quanto fu effettuato in una indagine inerente il Cipresso in individui sani e individui ammalati colpiti da Seiridium cardinale. I dati ottenuti hanno mostrato larga concordanza con la letteratura nei parametri principali. Sono tuttavia emerse alcune particolarità degne di nota, inerenti ad es. qualche comparsa di papilla nelle Cupressaceae e la natura della papilla in Juniperus.

Orto Botanico e Palinologia – Flora Pollinica dell’Orto Botanico di Modena: Cupressus sempervirens L., Juniperus x media Van Melle “Pfitzeriana”, Taxus baccata L., Taxodium distichum (L.) Richard / Dallai, Daniele; Accorsi, Carla Alberta; Torri, Paola; Bertellini, E.; Montecchi, Maria Chiara. - STAMPA. - 1/2008:(2008), pp. 298-298. ((Intervento presentato al convegno 103° Congresso della Società Botanica Italiana tenutosi a Reggio Calabria nel 17-19 settembre 2008.

Orto Botanico e Palinologia – Flora Pollinica dell’Orto Botanico di Modena: Cupressus sempervirens L., Juniperus x media Van Melle “Pfitzeriana”, Taxus baccata L., Taxodium distichum (L.) Richard.

DALLAI, Daniele;ACCORSI, Carla Alberta;TORRI, Paola;MONTECCHI, Maria Chiara
2008

Abstract

Nell’ambito del progetto “Polline all’Orto Botanico” e del corrente programma di valorizzazione dell’Orto Botanico di Modena che prevede approfondimenti di carattere morfobiometrico sulle piante legnose, è iniziata la redazione della Flora Palinologica dell’Orto con strutturazione della Palinoteca relativa. Lo scopo è di ricercare eventuali particolarità morfopolliniche correlabili con parametri biologici/ambientali interessanti in termini ecologici (ad es. stato di salute, ambiente “Orto”, posizione dell’individuo, acclimatazione). Le piante legnose presenti in Orto, outdoors (censimento 2000), sono 702 appartenenti a 235 specie, 147 generi, 68 famiglie. Le Gimnosperme sono rappresentate da 95 individui (= 13.5%) e le Angiosperme da 607 (= 86.5%). Nella Palinoteca, la “sezione Orto” include (censimento 2007) 142 specie legnose che rappresentano il 60% degli Alberi/arbusti dell’Orto. L’acetolisi, i vetrini fissi con polline acetolizzato e i tubetti con polline in acqua + glicerina 50/50, materiale per le misure su polline mobile, sono disponibili per circa un terzo delle specie. I vetrini con polline “fresco”, cioè non trattato, sono disponibili per poche specie. Le specie legnose da cui è stato raccolto il polline sono state identificate e descritte con una scheda di screening preliminare e una scheda di approfondimento, che comprende indicazioni sulla valutazione delle condizioni sanitarie e di stabilità (a cura di E. Antonini). La Flora palinologica è iniziata secondo un ordine morfopalinologico, partendo da polline inaperturato (Juniperus type e Taxodiaceae). Da un primo studio, è emersa la necessità di procedere con criteri molto dettagliati. Ciò richiede tempi lunghi, ma è affrontabile all’Orto di Modena in cui la Flora legnosa, pur ragguardevole, è contenuta. In questa sede vengono presentati i dati inerenti 4 specie (Cupressus sempervirens L.; Juniperus x media “Pfitzeriana”, Taxus baccata L., Taxodium distichum (L.) Richard. Il polline è stato studiato utilizzando i metodi della Flora Palinologica Italiana, su polline acetolizzato e “fresco, per quanto riguarda le misure e la descrizione dei parametri di base. Per la ricerca delle particolarità o anomalie (ad esempio: papilla, poro, unità polliniche diverse dalla monade) è stato osservato un numero di granuli decisamente più alto, dell’ordine di molte migliaia di granuli, similmente a quanto fu effettuato in una indagine inerente il Cipresso in individui sani e individui ammalati colpiti da Seiridium cardinale. I dati ottenuti hanno mostrato larga concordanza con la letteratura nei parametri principali. Sono tuttavia emerse alcune particolarità degne di nota, inerenti ad es. qualche comparsa di papilla nelle Cupressaceae e la natura della papilla in Juniperus.
103° Congresso della Società Botanica Italiana
Reggio Calabria
17-19 settembre 2008
Dallai, Daniele; Accorsi, Carla Alberta; Torri, Paola; Bertellini, E.; Montecchi, Maria Chiara
Orto Botanico e Palinologia – Flora Pollinica dell’Orto Botanico di Modena: Cupressus sempervirens L., Juniperus x media Van Melle “Pfitzeriana”, Taxus baccata L., Taxodium distichum (L.) Richard / Dallai, Daniele; Accorsi, Carla Alberta; Torri, Paola; Bertellini, E.; Montecchi, Maria Chiara. - STAMPA. - 1/2008:(2008), pp. 298-298. ((Intervento presentato al convegno 103° Congresso della Società Botanica Italiana tenutosi a Reggio Calabria nel 17-19 settembre 2008.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11380/596303
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact