Gli amplificatori audio di potenza sono largamente impiegati in diversi settori dell’elettronica di consumo. Recentemente gli amplificatori di tipo switching si sono affermati grazie all’elevato rendimento e alla economicità costruttiva che ne deriva. Gli amplificatori di tipo switching (conosciuti anche come amplificatori che operano in classe D, quindi abbreviati come “Classe D” ) ricevono come ingresso un segnale modulato a larghezza di impulso (PWM). Per ottenere l’amplificazione tale ingresso viene utilizzato per parzializzare un livello di tensione elevato, pari alla tensione di alimentazione disponibile. Questo determina nella corrente di uscita una elevata ondulazione, che si traduce in una elevata distorsione armonica del suono prodotto dall’altoparlante.Inoltre la banda dell’amplificatore è legata alla frequenza della modulazione PWM, che, a causa della velocità di commutazione limitata degli interruttori statici non può essere elevata.Quindi per un amplificatore switching ad un elevato rendimento si contrappone una significativa distorsione, e la difficoltà di ottenere una banda passante elevata.D’altra parte gli amplificatori lineari comunemente utilizzati, (in bibliografia noti come amplificatori operanti in classe A, AB, B) hanno una distorsione relativamente bassa, ma la loro efficienza è nettamente inferiore a quella di un Classe D.

Amplificatore Audio di Potenza “TANDEM Elettrico” / Franceschini, G.; Bellini, Alberto; DE BENEDETTI, A.; Burlenghi, M.; Ugolotti, E.. - .

Amplificatore Audio di Potenza “TANDEM Elettrico”

G. FRANCESCHINI;BELLINI, Alberto;

Abstract

Gli amplificatori audio di potenza sono largamente impiegati in diversi settori dell’elettronica di consumo. Recentemente gli amplificatori di tipo switching si sono affermati grazie all’elevato rendimento e alla economicità costruttiva che ne deriva. Gli amplificatori di tipo switching (conosciuti anche come amplificatori che operano in classe D, quindi abbreviati come “Classe D” ) ricevono come ingresso un segnale modulato a larghezza di impulso (PWM). Per ottenere l’amplificazione tale ingresso viene utilizzato per parzializzare un livello di tensione elevato, pari alla tensione di alimentazione disponibile. Questo determina nella corrente di uscita una elevata ondulazione, che si traduce in una elevata distorsione armonica del suono prodotto dall’altoparlante.Inoltre la banda dell’amplificatore è legata alla frequenza della modulazione PWM, che, a causa della velocità di commutazione limitata degli interruttori statici non può essere elevata.Quindi per un amplificatore switching ad un elevato rendimento si contrappone una significativa distorsione, e la difficoltà di ottenere una banda passante elevata.D’altra parte gli amplificatori lineari comunemente utilizzati, (in bibliografia noti come amplificatori operanti in classe A, AB, B) hanno una distorsione relativamente bassa, ma la loro efficienza è nettamente inferiore a quella di un Classe D.
2002
ASK Industries
RE2002A000098
Nazionale
Franceschini, G.; Bellini, Alberto; DE BENEDETTI, A.; Burlenghi, M.; Ugolotti, E.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/467678
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact