I bisogni alla base dei processi di costruzione dell'identità personale e sociale si declinano nella necessità di raggiungere una distinzione di sé dagli altri e al tempo stesso di assimilazione di sé entro categorie sociali rilevanti per la propria definizione (Brewer, 1996).Nel periodo adolescenziale, caratterizzato in termini essenziali dal compito fondamentale di sviluppo della ristrutturazione del sistema di sé e dei contenuti dell'identità, il bisogno di assimilazione viene soddisfatto attraverso l'adesione personale a tipi differenti di gruppi di coetanei che costituiscono luoghi sociali creuciali in cui i possibili contenuti dell'identità, manifestati anche a livello comportamentale, vengono sperimentati.I gruppi di coetanei sono stati distinti in letteratura entro due categorie abbastanza generali: quella dei gruppi informali e quella dei gruppi formali. E' facilmente possibile individuare ulteriori specificazioni entri la categoria dei gruppi formali sulla base degli scopi che caratterizzano l'attività dei gruppi. abbiamo formulato l'ipotsi che l'assunzione di un repertorio comportamentale deviante da parte dei membri dei gruppi informali si osservi quando esiste anche un alto grado di segregazione sociale dei gruppi in questione. la ricerca che intendiamo illustrare ha avuto lo scopo di indagare sperimentalmente tale assunto. abbiamo individuato misure esplicite ed implicite della segregazione-integrazione sociale dei membri dei gruppi informali. i risultati ottenuti mostrano che l'assunzione relativamente sistematica di comportamenti devianti da parte dei membri di alcuni gruppi informali esaminati si accompagna alla presenza di una segregazione sociale relativamente elevata. Discuteremo tali risultati anche in relazione alla considerazione dell'identità come un fattore di impegno/disimpegno verso la realtà sociale circostante gli individui.

I Gruppi Informali di Adolescenti come Promotori di Integrazione e Segregazione Sociale / Palmonari, A; Rubini, M; Graziani, Anna Rita; Zavoli, W.. - STAMPA. - 3:(2000), pp. 154-155. ((Intervento presentato al convegno III congresso nazionale Associazione Italiana di Psicologia sezione sociale tenutosi a Parma nel 25-27 Settembre.

I Gruppi Informali di Adolescenti come Promotori di Integrazione e Segregazione Sociale.

GRAZIANI, Anna Rita;
2000

Abstract

I bisogni alla base dei processi di costruzione dell'identità personale e sociale si declinano nella necessità di raggiungere una distinzione di sé dagli altri e al tempo stesso di assimilazione di sé entro categorie sociali rilevanti per la propria definizione (Brewer, 1996).Nel periodo adolescenziale, caratterizzato in termini essenziali dal compito fondamentale di sviluppo della ristrutturazione del sistema di sé e dei contenuti dell'identità, il bisogno di assimilazione viene soddisfatto attraverso l'adesione personale a tipi differenti di gruppi di coetanei che costituiscono luoghi sociali creuciali in cui i possibili contenuti dell'identità, manifestati anche a livello comportamentale, vengono sperimentati.I gruppi di coetanei sono stati distinti in letteratura entro due categorie abbastanza generali: quella dei gruppi informali e quella dei gruppi formali. E' facilmente possibile individuare ulteriori specificazioni entri la categoria dei gruppi formali sulla base degli scopi che caratterizzano l'attività dei gruppi. abbiamo formulato l'ipotsi che l'assunzione di un repertorio comportamentale deviante da parte dei membri dei gruppi informali si osservi quando esiste anche un alto grado di segregazione sociale dei gruppi in questione. la ricerca che intendiamo illustrare ha avuto lo scopo di indagare sperimentalmente tale assunto. abbiamo individuato misure esplicite ed implicite della segregazione-integrazione sociale dei membri dei gruppi informali. i risultati ottenuti mostrano che l'assunzione relativamente sistematica di comportamenti devianti da parte dei membri di alcuni gruppi informali esaminati si accompagna alla presenza di una segregazione sociale relativamente elevata. Discuteremo tali risultati anche in relazione alla considerazione dell'identità come un fattore di impegno/disimpegno verso la realtà sociale circostante gli individui.
III congresso nazionale Associazione Italiana di Psicologia sezione sociale
Parma
25-27 Settembre
Palmonari, A; Rubini, M; Graziani, Anna Rita; Zavoli, W.
I Gruppi Informali di Adolescenti come Promotori di Integrazione e Segregazione Sociale / Palmonari, A; Rubini, M; Graziani, Anna Rita; Zavoli, W.. - STAMPA. - 3:(2000), pp. 154-155. ((Intervento presentato al convegno III congresso nazionale Associazione Italiana di Psicologia sezione sociale tenutosi a Parma nel 25-27 Settembre.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/465322
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact