La monografia si propone un’indagine ricostruttiva della disciplina del licenziamento del dirigente pubblico, mediante un’analisi delle fonti legali e contrattual-collettive, nonché del dato giurisprudenziale, evidenziando i profili di contiguità e di diversità rispetto al regime del settore privato.Nel primo capitolo, dedicato alla privatizzazione e alla specialità del rapporto di lavoro del dirigente pubblico, si evidenziano gli aspetti – specie con riferimento al rapporto tra dirigenza e vertice politico delle pubbliche amministrazioni, alla contrapposizione tra durata indeterminata del rapporto di lavoro e temporaneità degli incarichi dirigenziali, alla dirigenza a contratto, all’individuazione della categoria dirigenziale pubblica in base a criteri formalistici – che diversificano tuttora tale rapporto rispetto al settore privato. di lavoro del dirigente pubblico. Tali profili di specialità sono analizzati con particolare riferimento ai riflessi che determinano sulla disciplina del recesso.Nel secondo capitolo si affrontano le tematiche relative all’individuazione dei limiti sostanziali al potere di recesso delle pubbliche amministrazioni. Muovendo dall’analisi della responsabilità dirigenziale e della responsabilità disciplinare, si delinea un sistema a regolamentazione “speciale”, che, ponendo limiti sostanziali di legittimità del licenziamento, incide sul principio del libero recesso e differenzia il settore pubblico da quello privato.Il terzo capitolo, sulla forma e la procedura di intimazione del licenziamento, completa l’indagine sul piano procedimentale, distinguendo tra licenziamento per responsabilità dirigenziale e licenziamento per responsabilità disciplinare. Particolare attenzione è poi dedicata ai rapporti tra responsabilità disciplinare e responsabilità penale e alle relative ipotesi di sospensione cautelare del dirigente.Il quarto capitolo è dedicato all’illegittimità del licenziamento del dirigente pubblico e approfondisce gli aspetti relativi all’attivazione di procedure arbitrali alternative alla tutela giurisdizionale, all’articolazione delle tutele e ai regimi sanzionatori, sia con riferimento alle fonti legali che a quelle di contrattazione collettiva.

Il licenziamento del dirigente pubblico / Lanotte, Massimo. - STAMPA. - (2003), pp. XI-330.

Il licenziamento del dirigente pubblico

LANOTTE, Massimo
2003

Abstract

La monografia si propone un’indagine ricostruttiva della disciplina del licenziamento del dirigente pubblico, mediante un’analisi delle fonti legali e contrattual-collettive, nonché del dato giurisprudenziale, evidenziando i profili di contiguità e di diversità rispetto al regime del settore privato.Nel primo capitolo, dedicato alla privatizzazione e alla specialità del rapporto di lavoro del dirigente pubblico, si evidenziano gli aspetti – specie con riferimento al rapporto tra dirigenza e vertice politico delle pubbliche amministrazioni, alla contrapposizione tra durata indeterminata del rapporto di lavoro e temporaneità degli incarichi dirigenziali, alla dirigenza a contratto, all’individuazione della categoria dirigenziale pubblica in base a criteri formalistici – che diversificano tuttora tale rapporto rispetto al settore privato. di lavoro del dirigente pubblico. Tali profili di specialità sono analizzati con particolare riferimento ai riflessi che determinano sulla disciplina del recesso.Nel secondo capitolo si affrontano le tematiche relative all’individuazione dei limiti sostanziali al potere di recesso delle pubbliche amministrazioni. Muovendo dall’analisi della responsabilità dirigenziale e della responsabilità disciplinare, si delinea un sistema a regolamentazione “speciale”, che, ponendo limiti sostanziali di legittimità del licenziamento, incide sul principio del libero recesso e differenzia il settore pubblico da quello privato.Il terzo capitolo, sulla forma e la procedura di intimazione del licenziamento, completa l’indagine sul piano procedimentale, distinguendo tra licenziamento per responsabilità dirigenziale e licenziamento per responsabilità disciplinare. Particolare attenzione è poi dedicata ai rapporti tra responsabilità disciplinare e responsabilità penale e alle relative ipotesi di sospensione cautelare del dirigente.Il quarto capitolo è dedicato all’illegittimità del licenziamento del dirigente pubblico e approfondisce gli aspetti relativi all’attivazione di procedure arbitrali alternative alla tutela giurisdizionale, all’articolazione delle tutele e ai regimi sanzionatori, sia con riferimento alle fonti legali che a quelle di contrattazione collettiva.
8834833430
Giappichelli
ITALIA
Il licenziamento del dirigente pubblico / Lanotte, Massimo. - STAMPA. - (2003), pp. XI-330.
Lanotte, Massimo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/463061
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact