Gli eguali e i diversi. Diritto, manners e ordine politico in Edmund Burke