Le collezioni botaniche come strumento per dialogare col territorio