La Zucca del Doni en Spañol (Venezia, 1551) fu pubblicata una sola volta, da Francesco Marcolini, lo stesso editore che aveva appena finito di stampare La Zucca del Doni. La traduzione è anonima e fu condotta da un personaggio che l’autore definisce suo amico. Se da un lato essa ha un valore culturale e linguistico in sé, dall’altro illumina e rivela alcuni aspetti del testo doniano che oggi, a quasi cinque secoli di distanza, risultano difficili da interpretare per ragioni linguistiche dovute alla ricchezza dei registri orchestrati dall’autore fiorentino. In particolare, il significato di certe locuzioni figurate in disuso di natura popolare che non hanno attestazioni letterarie e quindi non permettono la configurazione di una interpretazione comparativa può, grazie alla traduzione, essere chiarito; allo stesso modo, alcune allusioni sono rese più esplicite dal traduttore grazie alla sua tendenza a semplificare e a regolarizzare il testo originale. Anche i rapporti testuali tra la traduzione e il testo doniano della Zucca in quattro parti (in quanto alla Zucca vera e propria) assumono una luce diversa se teniamo in conto che il testo del traduttore può aver influito sull’originale. L’edizione è stata eseguita prendendo come base l’esemplare presente nella Biblioteca Universitaria Estense di Modena, che è stato confrontato con quelli locati in altre biblioteche italiane ed estere allo scopo di verificare che non fossero presenti varianti; il confronto non ha fatto rilevare differenze di sorta. Nell’edizione abbiamo rispettato la grafía originale mantenendo intatte molte caratteristiche del testo marcoliniano, ma abbiamo operato piccole modificazioni di cui rendiamo conto nell’edizione. Nelle note critiche apposte al testo, circa settecento, abbiamo sottolineato vari aspetti importanti dello stesso, dalle macroscopiche divergenze con l’originale all’opposto fenomeno della traduzione letterale in punti in cui invece sarebbe stato più opportuno cercare altre strategie (il caso tipico, ma non unico, è quello di alcuni proverbi), dalla dichiarazione delle fonti di certi aneddoti a cui ricorre Doni agli aspetti che rivelano quale sia stato il testo doniano seguito dal traduttore, dalle peculiarità linguistiche della traduzione alla presenza dei proverbi in repertori spagnoli antichi. Tutto ciò con l’intenzione di contribuire a una miglior lettura della Zucca en Spañol senza perdere completamente di vista l’originale. Per il testo di quest’ultimo ci siamo avvalsi in primo luogo dell’edizione critica annotata preparata da Elena Pierazzo, dalla quale provengono le citazioni testuali italiane, e solo in un paio di occasioni abbiamo fatto ricorso a un’edizione marcoliniana originale (in un caso, per sanare una lacuna dell’edizione critica causata da un refuso che eliminava varie parole).

La Zucca en Spañol a cura di] Capra, Daniela. - STAMPA. - Torino : Accademia University Press, 2015. - ISBN 9788899200541. (NOVELLIERI ITALIANI IN EUROPA)

La Zucca en Spañol

CAPRA, Daniela
2015

Abstract

La Zucca del Doni en Spañol (Venezia, 1551) fu pubblicata una sola volta, da Francesco Marcolini, lo stesso editore che aveva appena finito di stampare La Zucca del Doni. La traduzione è anonima e fu condotta da un personaggio che l’autore definisce suo amico. Se da un lato essa ha un valore culturale e linguistico in sé, dall’altro illumina e rivela alcuni aspetti del testo doniano che oggi, a quasi cinque secoli di distanza, risultano difficili da interpretare per ragioni linguistiche dovute alla ricchezza dei registri orchestrati dall’autore fiorentino. In particolare, il significato di certe locuzioni figurate in disuso di natura popolare che non hanno attestazioni letterarie e quindi non permettono la configurazione di una interpretazione comparativa può, grazie alla traduzione, essere chiarito; allo stesso modo, alcune allusioni sono rese più esplicite dal traduttore grazie alla sua tendenza a semplificare e a regolarizzare il testo originale. Anche i rapporti testuali tra la traduzione e il testo doniano della Zucca in quattro parti (in quanto alla Zucca vera e propria) assumono una luce diversa se teniamo in conto che il testo del traduttore può aver influito sull’originale. L’edizione è stata eseguita prendendo come base l’esemplare presente nella Biblioteca Universitaria Estense di Modena, che è stato confrontato con quelli locati in altre biblioteche italiane ed estere allo scopo di verificare che non fossero presenti varianti; il confronto non ha fatto rilevare differenze di sorta. Nell’edizione abbiamo rispettato la grafía originale mantenendo intatte molte caratteristiche del testo marcoliniano, ma abbiamo operato piccole modificazioni di cui rendiamo conto nell’edizione. Nelle note critiche apposte al testo, circa settecento, abbiamo sottolineato vari aspetti importanti dello stesso, dalle macroscopiche divergenze con l’originale all’opposto fenomeno della traduzione letterale in punti in cui invece sarebbe stato più opportuno cercare altre strategie (il caso tipico, ma non unico, è quello di alcuni proverbi), dalla dichiarazione delle fonti di certi aneddoti a cui ricorre Doni agli aspetti che rivelano quale sia stato il testo doniano seguito dal traduttore, dalle peculiarità linguistiche della traduzione alla presenza dei proverbi in repertori spagnoli antichi. Tutto ciò con l’intenzione di contribuire a una miglior lettura della Zucca en Spañol senza perdere completamente di vista l’originale. Per il testo di quest’ultimo ci siamo avvalsi in primo luogo dell’edizione critica annotata preparata da Elena Pierazzo, dalla quale provengono le citazioni testuali italiane, e solo in un paio di occasioni abbiamo fatto ricorso a un’edizione marcoliniana originale (in un caso, per sanare una lacuna dell’edizione critica causata da un refuso che eliminava varie parole).
La Zucca del Doni en Spañol
Doni, Antonfrancesco
9788899200541
Accademia University Press
ITALIA
La Zucca en Spañol a cura di] Capra, Daniela. - STAMPA. - Torino : Accademia University Press, 2015. - ISBN 9788899200541. (NOVELLIERI ITALIANI IN EUROPA)
Capra, Daniela
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2015 D Capra Ed. La Zucca Novellieri3_pdfEditoriale.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore (versione pubblicata)
Dimensione 7.68 MB
Formato Adobe PDF
7.68 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1081407
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact