La cimice bruna marmorizzata Halyomorpha halys è un pentatomide originario dell’Estremo Oriente. Negli ultimi anni si è diffusa nell’America Settentrionale (Canada e U.S.A.), causando ingenti danni economici alle colture. A partire dal 2007 H. halys è stata rilevata in Europa centrale (Svizzera, Francia e Germania) e, dal 2012, è stata segnalata anche in Italia. Da indagini effettuate nel 2013 è emerso che è presente con numeri anche consistenti di individui in Emilia (area modenese e province confinanti), Lombardia, Canton Ticino e Piemonte. Non essendo note le modalità di introduzione della cimice, per determinare il centro di origine degli esemplari rinvenuti in questo territorio, il presente studio ha analizzato una porzione del gene mitocondriale codificante per la citocromo c ossidasi sub unità I (cox1), di solito impiegata come codice a barre genetico per l’identificazione di specie (DNA barcoding) e l’ha impiegata quale marcatore molecolare per l’identificazione e studio della diversità genetica di H. halys. L’analisi di oltre 35 esemplari provenienti dall’Italia (Lombardia e Emilia-Romagna) e Svizzera (Canton Ticino) ha portato all’identificazione di due soli aplotipi, distinti tra loro per una sostituzione. Tutti gli esemplari lombardi e svizzeri presentavano il medesimo aplotipo, già ritrovato in letteratura anche in individui cinesi e svizzeri provenienti da altri cantoni elvetici. Il secondo aplotipo, finora mai ritrovato in Europa, è invece risultato comune per tutti gli esemplari provenienti dall’Emilia ed è condiviso con altri esemplari descritti in letteratura, originari sia dalla Cina che dal Nord America (Canada e U.S.A.). I dati attuali mostrano perciò come gli esemplari di H. halys presenti in Italia costituiscano almeno due diverse popolazioni che si sono originate da due distinti eventi di invasione. Probabilmente tali eventi sono stati causati dalla movimentazione di merci e persone. La popolazione lombarda potrebbe essersi originata a causa del trasporto passivo di esemplari dalla Svizzera o a causa della diffusione progressiva della popolazione svizzera attraverso la valle del Ticino. La popolazione emiliana invece potrebbe essersi originata a seguito del trasporto accidentale di individui attraverso scambi commerciali con il continente americano oppure con quello asiatico, dalla stessa regione da cui si è originata la popolazione nordamericana.

L’invasione della nuova specie aliena Halyomorpha halys (Heteroptera, Pentatomidae): diversità genetica e possibili aree d’originedelle popolazioni individuate in Italia e Canton Ticino / Guidetti, Roberto; Cesari, Michele; Ganzerli, F.; Dioli, P.; Maistrello, Lara. - ELETTRONICO. - 1:(2014), pp. 88-88. ((Intervento presentato al convegno XXIV Congresso Nazionale Italiano di Entomologia tenutosi a Orosei nel 9-14 June.

L’invasione della nuova specie aliena Halyomorpha halys (Heteroptera, Pentatomidae): diversità genetica e possibili aree d’originedelle popolazioni individuate in Italia e Canton Ticino

GUIDETTI, Roberto;CESARI, Michele;MAISTRELLO, Lara
2014

Abstract

La cimice bruna marmorizzata Halyomorpha halys è un pentatomide originario dell’Estremo Oriente. Negli ultimi anni si è diffusa nell’America Settentrionale (Canada e U.S.A.), causando ingenti danni economici alle colture. A partire dal 2007 H. halys è stata rilevata in Europa centrale (Svizzera, Francia e Germania) e, dal 2012, è stata segnalata anche in Italia. Da indagini effettuate nel 2013 è emerso che è presente con numeri anche consistenti di individui in Emilia (area modenese e province confinanti), Lombardia, Canton Ticino e Piemonte. Non essendo note le modalità di introduzione della cimice, per determinare il centro di origine degli esemplari rinvenuti in questo territorio, il presente studio ha analizzato una porzione del gene mitocondriale codificante per la citocromo c ossidasi sub unità I (cox1), di solito impiegata come codice a barre genetico per l’identificazione di specie (DNA barcoding) e l’ha impiegata quale marcatore molecolare per l’identificazione e studio della diversità genetica di H. halys. L’analisi di oltre 35 esemplari provenienti dall’Italia (Lombardia e Emilia-Romagna) e Svizzera (Canton Ticino) ha portato all’identificazione di due soli aplotipi, distinti tra loro per una sostituzione. Tutti gli esemplari lombardi e svizzeri presentavano il medesimo aplotipo, già ritrovato in letteratura anche in individui cinesi e svizzeri provenienti da altri cantoni elvetici. Il secondo aplotipo, finora mai ritrovato in Europa, è invece risultato comune per tutti gli esemplari provenienti dall’Emilia ed è condiviso con altri esemplari descritti in letteratura, originari sia dalla Cina che dal Nord America (Canada e U.S.A.). I dati attuali mostrano perciò come gli esemplari di H. halys presenti in Italia costituiscano almeno due diverse popolazioni che si sono originate da due distinti eventi di invasione. Probabilmente tali eventi sono stati causati dalla movimentazione di merci e persone. La popolazione lombarda potrebbe essersi originata a causa del trasporto passivo di esemplari dalla Svizzera o a causa della diffusione progressiva della popolazione svizzera attraverso la valle del Ticino. La popolazione emiliana invece potrebbe essersi originata a seguito del trasporto accidentale di individui attraverso scambi commerciali con il continente americano oppure con quello asiatico, dalla stessa regione da cui si è originata la popolazione nordamericana.
XXIV Congresso Nazionale Italiano di Entomologia
Orosei
9-14 June
Guidetti, Roberto; Cesari, Michele; Ganzerli, F.; Dioli, P.; Maistrello, Lara
L’invasione della nuova specie aliena Halyomorpha halys (Heteroptera, Pentatomidae): diversità genetica e possibili aree d’originedelle popolazioni individuate in Italia e Canton Ticino / Guidetti, Roberto; Cesari, Michele; Ganzerli, F.; Dioli, P.; Maistrello, Lara. - ELETTRONICO. - 1:(2014), pp. 88-88. ((Intervento presentato al convegno XXIV Congresso Nazionale Italiano di Entomologia tenutosi a Orosei nel 9-14 June.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.
Pubblicazioni consigliate

Caricamento pubblicazioni consigliate

Licenza Creative Commons
I metadati presenti in IRIS UNIMORE sono rilasciati con licenza Creative Commons CC0 1.0 Universal, mentre i file delle pubblicazioni sono rilasciati con licenza Attribuzione 4.0 Internazionale (CC BY 4.0), salvo diversa indicazione.
In caso di violazione di copyright, contattare Supporto Iris

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11380/1063448
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact