Il genere grammaticale in italiano: quanto è precoce la sua elaborazione?